18 milioni per Latina. Il Comune non perda questa occasione.

18 milioni per Latina. Il Comune non perda questa occasione.

comunicato bando periferieIl dibattito amministrativo locale fatica ad entrare nel merito delle questioni preferendo la comodità delle polemiche sterili e della rissa verbale. È una tecnica antica, un modo vecchio per scaricare le responsabilità sull’avversario ma l’esito di questi scontri raramente conduce a qualcosa di buono per i cittadini.

Comprendo che le tossine della campagna elettorale ancora fatichino ad essere smaltite ma amministrare è qualcosa in più di una gara oratoria. Ci sono in gioco i destini di oltre 100 mila persone e sarebbe opportuno che ci si concentrasse sul reperimento delle risorse economiche per realizzare opere e migliorare i servizi.

A tal proposito  provo a dare un modesto contributo indicando un percorso che potrebbe portare ben 18 milioni di euro nelle casse del Comune di Latina entro fine anno.

Vengo al dunque. La Presidenza del Consiglio dei Ministri ha pubblicato a Giugno un bando per la “riqualificazione urbana e la sicurezza delle periferie delle città metropolitane e dei comuni capoluogo di provincia” stanziando complessivamente 500 milioni di euro (Legge 28/12/2015 n. 208 comma 1). I Comuni capoluogo possono presentare progetti entro la fine del mese di Agosto e ricevere fino a 18 milioni di euro.

Questi fondi possono essere utilizzati per: miglioramento della qualità della vita e progetti di decoro urbano, manutenzione e riuso di strutture e spazi pubblici, accrescimento della sicurezza nelle periferie, terzo settore, inclusione sociale, servizio civile e mobilità sostenibile.

Il vantaggio, rispetto ad altri bandi del passato, è che qualora il Comune non abbia  progetti esecutivi approvati, sarà sufficiente presentare progetti di fattibilità tecnica ed economica a patto che i definitivi vengano predisposti e approvati entro 60 gg dalla sottoscrizione della convenzione o accordo di programma.

Insomma non ci sono alibi per nessuno; si può e si deve partecipare.

Ricordo che la precedente amministrazione, nonostante la comprovata mediocrità, riuscì in poche settimane ad intercettare le somme dei fondi PLUS (Piano Locale e Urbano di Sviluppo -  finanziato con il POR Programma Operativo Regione Lazio Fondi Europei). Molti di questi fondi sono andati perduti in corso d’opera per l’incapacità politica e gestionale della Giunta Di Giorgi ma questa è un’altra storia che nonosciamo tutti bene.

Non dubito, quindi, che il Sindaco Coletta e la sua Giunta coglieranno l’occasione fornita dal Governo riuscendo a fare meglio di chi li ha preceduti. È questa la sfida: fare meglio! Il resto conta veramente poco; i resto sono schermaglie da bar che non servono alla città.

Staremo a vedere se nel “nuovo libro” che il Sindaco intende scrivere ci sarà un paragrafo dedicato alla vittoria di questo bando al quale consiglio vivamente di partecipare. Decine di comuni italiani sono già all’opera.

Close